4 scuse per tradire il coniuge

Quando si parla di infedeltà coniugale diventa palese che i coniugi traditori usano un po’ tutti le stesse scuse per organizzare i loro incontri con l’amante. Grazie alle statistiche raccolte, è possibile delineare una lista precisa delle scuse più usate. Continuando a leggere l’articolo, ecco quali sono gli alibi più comuni di chi tradisce.

  1. Devo lavorare

La maggior parte delle volte che una persona tradisce dice che sta lavorando, chi deve organizzare incontri con l’amante, spesso inventa straordinari da fare, riunioni serali, pranzi aziendali nel fine settimana, formazioni nel weekend e così via. Chi da sempre è molto impegnato al lavoro ha la scusa perfetta per organizzare i suoi incontri furtivi con l’amante. Il lavoro presenta sempre una scusa per fuggire davvero ottima perché si tratta di obblighi e non di uscite per capriccio.

  1. Esco con gli amici

Il fedifrago è una persona che inventa ogni scusa possibile e immaginabile per tradire senza destare troppi sospetti. Bisogna anche dire che spesso amici e amiche sono ben disposti a fare da alibi. Esiste una sorta di codice non scritto per il quale gli amici saranno sempre fedeli. Un aumento di uscite con gli amici oppure con le amiche potrebbe essere solo uno stratagemma per nascondere il tradimento.

  1. Vado da mia madre

Alcuni utilizzano anche i famigliari come scusa per vedere l’amante. Chi tradisce è spesso un bugiardo patologico che non esista a gettare la madre nella tomba per raggiungere l’amante. È una scusa usata spesso anche dalle donne che tradiscono il partner, il coniuge, etc.

  1. Ho allenamento

Spesso sono luoghi come la palestre il punto in cui il coniuge infedele incontra l’amante. È normale che chi ha una relazione extraconiugale curi di più il suo aspetto fisico facendo allenamento, mettendosi a dieta e anche curando di più il suo look. Chi si allena spesso e va in continuazioni palestra potrebbe non farlo solo per curare il fisico ma anche per incontrare l’amante.

Per prendere subito un appuntamento, clicca qui www.grupposarosinvestigazioni.it