A tutti sarà capitato almeno una volta nella vita di ritrovarsi con lo scarico del lavandino bloccato che non fa scendere l’acqua. Per risolvere il prima possibile e far scendere l’acqua come al solito, si possono trovare online un sacco di consigli e metodi fai da te. Tra le varie soluzioni ce vengono proposte, c’è anche al soda caustica. Alcuni infatti consigliano di versare nello scarico bloccato della soda caustica che scioglie immediatamente lo sporco incastrato, ma siamo sicuri che ne valga davvero la pena? Meglio fermarsi un attimo e considerare attentamente le conseguenze che l’uso della soda caustica può causare.

La soda caustica è un elemento chimico che alcuni tengono in casa per liberare gli scarichi se si dovessero otturare e bloccare. Tuttavia, a ben guardare, non è proprio una buona idea. È vero che tutti in casa hanno prodotti per le pulizie che possono risultare pericolosi, come per esempio la candeggina, ma la soda caustica è davvero la più pericolosa. Ovviamente, è sconsigliato averla se in casa ci sono bambini piccoli e lo stesso consiglio vale per altri prodotti come l’alcool denaturato. Anche tenerla in un luogo in alto non risolve il problema.

La cosa caustica non può sopperire all’intervento di un valido idraulico Roma per liberare lo scarico. La soda è pericolosissima e anche difficile da usare. Infatti, va maneggiata con estrema cura perché brucia la pelle. è davvero molto doloroso bruciarsi con la soda caustica. Può provocare delle piaghe molto estese sulla pelle per cui correre subito al pronto soccorso più vicino.

Inoltre, la soda caustica non andrebbe usata sulle tubature di casa perché è troppo aggressiva. Un impianto idraulico può rovinarsi se si usa la soda caustica, dovendo chiamare il prima possibile un valido idraulico Roma che ripari le perdite e rifaccia le tracce dove serve. I tubi si possono bruciare, le guarnizioni spostare e le raffia bruciare se si usa la soda caustica in maniera eccesiva o sconsiderata.

 

Di Grey